Aria e Clima Isola di Calore Urbana Mappa della vulnerabilità all’isola di calore urbana

Mappa della vulnerabilità all’isola di calore urbana


monitoraggio ambientale

Secondo la definizione dell’IPCC – Intergovernmental Panel on Climate Change – la vulnerabilità è il grado al quale i sistemi geofisici, biologici e socio-economici sono suscettibili e inadatti a fronteggiare gli effetti avversi dei cambiamenti climatici. Tali effetti negativi generano conseguenze diverse a seconda delle caratteristiche fisiche e naturali del territorio, del livello di sviluppo economico e della capacità di adattamento della componente umana e di quella naturale.

L’adattamento, cioè la modifica dei sistemi naturali o umani in grado di limitare i danni dei cambiamenti climatici, sta ormai entrando in alcuni processi di pianificazione a livello nazionale, regionale e locale.

Le misure di adattamento e di mitigazione adottate dagli amministratori su scala locale sono molto importanti soprattutto nella regione mediterranea, considerata quella più a rischio di tutta l’Europa, a causa dei molteplici settori che vengono impattati: turismo, agricoltura, attività forestali, infrastrutture, energia, salute della popolazione.

Al fine di ridurre tali impatti, il Comune di Aprilia si è dotato di un sistema di monitoraggio meteo e di qualità dell’aria e dell’isola di calore che aiuterà le decisioni strategiche e la scelta delle priorità di intervento sulle politiche energetiche e territoriali che migliorano la qualità ambientale.

A partire dalla distribuzione spaziale dei valori, è stato possibile ottenere un quadro degli impatti reali di questi due fenomeni sul territorio comunale. Tali impatti dipendono non solo dalle temperature atmosferiche e dai flussi di traffico, che ne sono le cause dirette, ma anche dalla tipologia e dalle caratteristiche delle varie parti dell’insediamento urbano, che rispondono in modo diverso alle condizioni esterne, e possono amplificarne o mitigarne gli impatti. Le caratteristiche degli insediamenti determinano insomma diversi gradi di sensibilità, che si riflettono in diversi gradi di impatto.

  • Analizzando da una parte gli impatti rilevati e dall’altra le caratteristiche degli insediamenti, è stato possibile capire come le seconde influiscono sui primi, e ottenere indicazioni in grado di orientare le future scelte urbanistiche in termini di:
  • qualità e distribuzione delle aree verdi
  • tipologie e densità edilizie ammesse
  • utilizzo di materiali da costruzione negli interventi di ristrutturazione e di nuova costruzione
  • grado di impermeabilizzazione dei suoli negli interventi pubblici e privati

La mappa è stata elaborata seguendo lo schema concettuale di IPCC e adattando il metodo sperimentato a scala provinciale dal progetto ESPON Climate (Climate Change and Territorial Effects on Regions and Local Economies in Europe). Il modello di elaborazione utilizza i concetti di esposizione, sensibilità, impatto, capacità adattiva e resilienza, declinati secondo il glossario sotto riportato. Ciascuno dei fattori che determinano il calcolo della vulnerabilità è stato indicizzato sulla base di uno o più parametri rilevati, e pesato secondo il grado di importanza che riveste nel caso di studio e sulla base di considerazioni di tipo qualitativo. Le unità geografiche a cui sono stati applicati gli indici corrispondono alle sezioni di censimento ISTAT del 2011.

visualizza la mappa

Clicca l’immagine sotto per visualizzare lo schema che illustra il rapporto tra i vari fattori e parametri considerati nella determinazione del grado di vulnerabilità

UHI_vulnerabilita

  • Glossario

  • Esposizione: intensità dell’esposizione della popolazione urbana alle alte temperature estive.
  • Sensibilità: grado di sensibilità della popolazione urbana alle alte temperature estive, in funzione dell’entità dei possibili danni alla salute delle persone.
  • Impatto: conseguenze dell’isola di calore sulla popolazione urbana.
  • Resilienza: capacità intrinseca del sistema naturale e infrastrutturale di assorbire/mitigare gli impatti dell’isola di calore sulla popolazione urbana.
  • Capacità adattiva: capacità della popolazione urbana di adattarsi agli impatti dell’isola di calore grazie alle risorse sociali e istituzionali.
  • Vulnerabilità: grado di suscettibilità della popolazione urbana agli effetti dell’isola di calore.