Mobilità Mobilità dolce

Mobilità dolce


gestione della mobilità urbana

La mobilità “dolce” si riferisce a tutte le forme di trasporto senza il ricorso a mezzi motorizzati.

Definita anche slow mobility, essa è tutt’altro che un modo lento di spostarsi. Andare a piedi e in bici può spesso rivelarsi la soluzione più conveniente in termini di tempo, oltre che di salute e di sicurezza, per compiere i tragitti urbani più battuti dal traffico, quelli che collegano i principali punti di interesse cittadini (scuole, uffici pubblici, negozi).


Muoversi in ambito urbano ed extra-urbano in modo dolce e sostenibile è più facile in presenza di adeguate infrastrutture e di servizi intelligenti. Piste ciclabili, servizi di bike-sharing e intermodali (bici-treno), parcheggi di scambio, applicazioni personalizzabili e servizi informativi costantemente aggiornati sono azioni strategiche che migliorano la mobilità dei residenti, contrastano il degrado urbano e favoriscono un modello di fruizione del territorio sostenibile anche in termini sociali ed economici, incentivando lo sviluppo di un turismo basato sulla valorizzazione dei beni ambientali, paesaggistici e culturali.


Per favorire la mobilità dolce, il Comune di Aprilia ha previsto l’ampliamento dell’attuale pista ciclabile ed istituito un servizio Pedibus per l’accompagnamento a piedi dei bambini nel tragitto casa-scuola.